Juventus Fc

Bilancio - Dati Fondamentali Juventus Football Club

Company name:Juventus Football Club
Description:
L’attività della Juventus Football Club, uno dei maggiori club calcistici, consiste nella partecipazione alle competizioni calcistiche nazionali ed internazionali e nell’organizzazione delle partite. Le principali fonti di ricavo derivano dalle attività di sfruttamento economico dell’evento sportivo, del brand Juventus e dell’immagine della Prima Squadra, tra cui le più rilevanti sono le attività di licenza dei diritti televisivi e media, le sponsorizzazioni e l’attività di cessione di spazi pubblicitari. La società dispone di uno stadio di proprietà e di un moderno centro sportivo presso il quale dal settembre 2012 è in funzione un liceo parificato (Juventus College) dedicato esclusivamente ai ragazzi del settore giovanile.Negli anni, la società calcistica si è aggiudicata 35 scudetti (più uno revocato per la stagione 2004/2005 e uno non assegnato in seguito al procedimento sportivo conclusosi nel 2006 con la retrocessione della società in serie B), 13 Coppe Italia, 8 Supercoppe Italiane, 2 Champions League, 2 Coppe Intercontinentali, 2 Supercoppe Europee, 3 Coppe UEFA, 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa Intertoto e 1 Coppa delle Alpi. Inoltre la squadra femminile Juventus Women si è aggiudicata il secondo scudetto nel campionato di Serie A nella stagione 2018/2019 e la prima Coppa Italia.
CEO:WWW Address:www.juventus.com
Chairman:Andrea AgnelliTelephone:899999897
Address:Via Druento, 175Fax:0115119214
Town / City:TorinoEmail:investor.relations@juventus.com
Country:ItaliaISIN:IT0000336518
Postcode/Zip code:10151
 Price Price Change [%] Bid Offer Volume High Low
 0.9234 -0.0078 [-0.84%] 0.9224 0.923 10,192,872 0.9566 0.918
 Open Prev. Close Market Cap. Shares In Issue VWAP ROE (%) 52-Wks-Range
 0.93 0.9312 1,228,354,686 1,330,251,988 0.93 -18.24 0.54-1.61
(at previous day's close)
Yesterday's Close0.9312
Market Cap.1,238,730,651
Shares In Issue1,330,251,988
Preferred Shares in issue-
Nonvoting Shares in issue-
Convertible Shares in issue-
Sample PeriodHighLow
1 week0.940.87
4 weeks1.020.86
12 weeks1.050.83
1 year1.610.54
3 years1.810.54
5 years1.810.22

31/12/201931/12/201830/6/201930/6/2018
Sales and Services Revenue258,378271,310464,270402,268
EBITDA61,392103,392162,995121,410
EBIT-38,10517,039-15,329-1,434
Group Result-50,2597,464-39,896-19,229
Net Result-50,2597,464-39,896-19,229
Cash Flow----
Total Net Assets275,55179,47631,24372,044
Net Financial Position-326,939-388,408-463,474-309,765
Semestrale al 31/12/2019 - Primo semestre dell’esercizio 2019/2020 (luglio-dicembre 2019) in rosso a partire dall’ebit per Juventus Football Club.
Va naturalmente ricordato che l’attività svolta è caratterizzata da un’elevata stagionalità, determinata dalla stagione sportiva ed in particolare dalla partecipazione alle competizioni europee (soprattutto la UEFA Champions League), dal calendario degli eventi sportivi e dalla Campagna Trasferimenti dei calciatori.
I ricavi, non considerando i proventi da gestione diritti calciatori, sono complessivamente scesi da 271,3 a 258,4 milioni (-4,8%), ed in tale ambito i ricavi da gare sono diminuiti del 4,6% a 36,5 milioni (2 gare di Campionato in meno disputate in casa rispetto al primo semestre 2018/2019); analogamente sono scesi del 5,2%, a 118,1 milioni, i diritti radiotelevisivi e proventi media, e ancor più i ricavi da vendita prodotti e licenze (-19,1% a 21,5 milioni per minori vendite di prodotti ufficiali in licenza) e gli altri ricavi (-18,7% a 16,7 milioni in gran parte per minori sopravvenienze attive, che includono fra l’altro i proventi addizionali distribuiti a consuntivo dalla UEFA per la partecipazione alla UEFA Champions League della stagione precedente).
Solo i ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità sono aumentati del 6,9%, passando da 61,4 a 65,6 milioni, grazie all’incremento, a partire dall’1 luglio 2019, del corrispettivo del contratto di sponsorizzazione FCA/Jeep.
Ma i costi operativi nel complesso sono aumentati ben del 15%, passando da 226,8 a 260,9 milioni.
Tale situazione è pressochè interamente dovuta al balzo dei costi del personale tesserato da 143,1 a 173,3 milioni (+21,1%), mentre quelli del personale non tesserato sono aumentati solo del 2,1% a 10,9 milioni.
Nel complesso il costo del personale è passato da 154,2 a 184,1 milioni (+19,4%), in presenza di un numero medio di dipendenti passato da 389 a 441 unità (il personale tesserato da 141 a 176 unità mentre quello non tesserato da 248 a 265 unità).
I costi per acquisti materiali e forniture sono scesi del 10,6% a 2,8 milioni e quelli di prodotti destinati alla vendita ben del 27,9% a 8,8 milioni; complessivamente i costi per acquisti materie e prodotti sono passati da 15,3 a 11,5 milioni (-24,4%).
Anche i costi per servizi sono diminuiti del 6,5% a 40,9 milioni, riduzione dovuta per lo più a minori canoni e affitti, spese di sicurezza e accoglienza, spese di gestione riconosciute a terzi su prodotti commerciali e spese per allestimenti.
I proventi da gestione diritti calciatori sono saliti da 58,9 a 63,9 milioni (+8,5%), in gran parte riferiti alla cessione di Joao Pedro Cavaco Cancelo al Manchester City (30,4 milioni) e Moise Kean all’Everton (27,1 milioni).
Gli oneri da gestione diritti calciatori sono più che raddoppiati balzando da 6,8 a 16,7 milioni (si tratta in gran parte di oneri accessori su diritti pluriennali calciatori non capitalizzati riferiti per lo più a compensi riconosciuti ad agenti FIFA in occasione di cessioni, acquisizioni o rinnovi di contratti di prestazione sportiva).
Nel complesso l’ebitda è così sceso da 103,4 a 61,4 milioni (-40,6%).
Sono poi aumentati sia gli ammortamenti e svalutazioni relativi a diritti calciatori (da 78,3 a 89,7 milioni) e anche gli ammortamenti su altre attività materiali e immateriali (da 5,8 a 8,7 milioni).
Si sono invece dimezzati, ma su valori molto contenuti, gli accantonamenti, svalutazioni e rilasci fondi (da 2,2 a 1,1 milioni, in gran parte accantonamenti a fondo rischi e oneri diversi).
Così da un utile operativo di 17 milioni si è passati a una perdita operativa di 38,1 milioni.
Il saldo negativo della gestione finanziaria è complessivamente peggiorato da 5,3 a 7,9 milioni, in quanto pur in presenza di proventi finanziari saliti da 1,7 a 2,3 milioni anche gli oneri finanziari sono passati da 6,6 a 9,8 milioni.
Stabile a 0,4 milioni il risultato negativo delle partecipazioni.
Al 31/12/2019 l’indebitamento finanziario netto ammontava a 326,9 milioni rispetto a 463,6 milioni al 30/6/2019, esclusivamente in relazione all’incasso dell’aumento di capitale per 294,6 milioni, parzialmente compensato dagli esborsi legati alle Campagne Trasferimenti (107,5 milioni), dai flussi netti negativi della gestione operativa per 24,9 milioni, dai flussi negativi dell’attività di finanziamento per 7 milioni e dagli investimenti in altre immobilizzazioni e partecipazioni per 3,4 milioni.
L’applicazione del principio contabile IFRS 16 ha portato inoltre a un incremento del debito netto per ulteriori 15,2 milioni.
Da un utile ante imposte di 11,8 milioni si è così passati a una perdita ante imposte di 46 milioni; dopo imposte per 4,3 milioni (stesso importo nel primo semestre 2018/2019, che dava luogo a un tax rate del 36,4%) si è giunti a una perdita netta di 50,3 milioni, a fronte di un utile netto di 7,5 milioni nel primo semestre 2018/2019.
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2019 – Peggiora nell’esercizio al 30/6/2019 il rosso di Juventus Football Club.
I ricavi però sono saliti del 15,4%, passando da 402,3 a 464,3 milioni.
In particolare, i ricavi da gare sono balzati del 25,2% a 70,7 milioni soprattutto per maggiori ricavi da gare di Campionato e da biglietteria delle gare casalinghe di UEFA Champions League.
I ricavi da diritti radiotelevisivi e proventi media sono aumentati del 3,2% a 206,6 milioni, per maggiori proventi da competizioni UEFA (+21,9% a 95,3 milioni) anche grazie al nuovo sistema di ripartizione introdotto dalla UEFA a partire dalla stagione 2018/2019.
I ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità sono aumentati del 25,3% a 108,8 milioni per effetto del bonus addizionale di 15 milioni riconosciuto da Adidas Italy e dei nuovi contratti di sponsorizzazione, e quelli da vendite di prodotti e licenze ben del 58,4% a 44 milioni a seguito dell’apertura di nuovi canali e punti vendita.
Gli altri ricavi, che riguardano soprattutto i proventi delle iniziative Membership, Stadium Tour e Museo e delle attività extrasportive che si svolgono allo stadio, sono aumentati del 10% a 34,1 milioni.
I costi per acquisti di materiali e forniture e per acquisti di prodotti per la vendita sono complessivamente balzati da 14,9 a 21,2 milioni (+42,2%).
Il costo del personale è complessivamente passato da 259 a 327,8 milioni (+26,5%), ed in particolare il costo del personale tesserato è balzato del 29,2% a 301,3 milioni, data la presenza di retribuzioni a calciatori in aumento del 31% a 253,2 milioni e incentivi all’esodo passati da 2,4 a 9,4 milioni; il costo dell’altro personale è salito del 2,9% a 26,4 milioni.
I costi per servizi esterni sono saliti del 2,5% a 81,2 milioni, in particolare per maggiori spese di sicurezza ed accoglienza.
Gli altri costi operativi sono aumentati del 27,4% a 12,7 milioni.
Quanto ai proventi da gestione diritti calciatori, sono balzati del 53,5% a 157,2 milioni, e derivano per lo più da plusvalenze da cessione diritti calciatori in aumento da 92,4 a 126,6 milioni (+37%; le principali operazioni hanno riguardato Leonardo Spinazzola, Mattia Caldara, Emil Mulyadi Audero, Rolando Mandragora, Stefano Sturaro e Riccardo Orsolini) e ricavi per cessione temporanea diritti calciatori balzati da 5,5 a 26,9 milioni, di cui circa 18 riferiti a Gonzalo Gerardo Higuain.
Pertanto l’ebitda è nel complesso passato da 121,4 a 163 milioni (+34,3%).
Gli ammortamenti e svalutazioni diritti calciatori sono passati da 108 a 149,4 milioni e quelli di altre attività materiali e immateriali da 12,5 a 11,7 milioni, mentre gli accantonamenti sono balzati da 2,4 a 17,2 milioni, di cui 16,1 riferiti ad accantonamenti per oneri diversi su tecnici esonerati.
Così, la perdita operativa è balzata da 1,4 a 15,3 milioni.
In complessivo peggioramento (da 8,6 a 11,6 milioni) il saldo negativo della gestione finanziaria, in presenza al 30/6/2019 di un indebitamento finanziario netto di 463,5 milioni contro 309,8 milioni alla stessa data del 2018.
Ciò a seguito di un cash flow della gestione operativa negativo per 3,6 milioni, esborsi legati alla Campagna Trasferimenti per ben 131,1 milioni, investimenti in altre immobilizzazioni e partecipazioni per 6,7 milioni e flussi negativi delle attività finanziarie per 12,3 milioni.
La perdita ante imposte è così più che raddoppiata, passando da 10 a 26,9 milioni, e, dopo imposte in aumento da 9,2 a 13 milioni, si è giunti a una perdita netta di 39,9 milioni, a fronte di 19,2 milioni al 30/6/2018.
31/12/201931/12/201830/6/201930/6/2018
Avviamento----
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali167,999159,696156,696162,440
Investimenti Immobiliari----
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze11,8165,6407,8845,421
Crediti Commerciali123,92178,14037,33732,772
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

1,141,715937,127941,761772,668
Capitale Sociale11,3278,1828,1828,182
Azioni Proprie----
Riserve314,48363,83062,95683,091
Utile (Perdite) d'Esercizio-50,2597,464-39,896-19,229

Patrimonio Netto di Gruppo

275,55179,47631,24372,044
Patrimonio netto di Terzi----

Patrimonio netto Complessivo

275,55179,47631,24372,044
Debiti Finanziari a Lungo Termine393,844310,206431,387276,807
Fondo TFR e altri fondi del personale----
Fondo per rischi e oneri507---
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine70,071114,26041,83252,393
Debiti Commerciali29,84642,34133,40330,359
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

1,141,715937,127941,761772,668
31/12/201931/12/201830/6/201930/6/2018
Ricavi delle vendite e delle prestazioni258,378271,310464,270402,268
Altri ricavi----

Totale ricavi

258,378271,310464,270402,268
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze----
Consumi di materie prime11,53415,26321,23514,933
Costo del personale184,130154,169327,751259,003
Costi per servizi40,90243,72881,23679,237
Altri costi operativi7,5986,89512,7189,980
Altri proventi non ricorrenti63,90358,907157,187102,401
Altri oneri non ricorrenti16,7256,77015,52120,107
EBITDA61,392103,392162,995121,410
Ammortamenti98,41784,132161,163120,480
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni1,0802,22117,1612,364
EBIT-38,10517,039-15,329-1,434

Saldo gestione finanziaria

-7,901-5,279-11,569-8,588
a) Proventi Finanziari2,2631,7153,4294,261
b) Oneri Finanziari9,7786,57414,49711,963
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari-386-420-501-886
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)----

Risultato prima delle imposte

-46,00611,760-26,898-10,023
Imposte sul reddito4,2534,29612,9989,206
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

-50,2597,464-39,896-19,229
Risultato di pertinenza di terzi----
Risultato di pertinenza del Gruppo-50,2597,464-39,896-19,229
ADVFN Advertorial
Your Recent History
BIT
JUVE
Juventus F..
Register now to watch these stocks streaming on the ADVFN Monitor.

Monitor lets you view up to 110 of your favourite stocks at once and is completely free to use.

NYSE, AMEX, and ASX quotes are delayed by at least 20 minutes.
All other quotes are delayed by at least 15 minutes unless otherwise stated.

By accessing the services available at ADVFN you are agreeing to be bound by ADVFN's Terms & Conditions

P: V:gb D:20200808 00:28:25